Inviato in Giochi per ragazzi

È un gioco da fare all’aperto.
I partecipanti possono essere dieci o più.
È importante che ci sia un muro o un albero contro cui far sbattere la palla “avvelenata”.

Si inizia la partita dopo che con una conta si è deciso chi sarà il primo battitore. Tutti allora stanno attorno al battitore e quando questo lancia la palla contro il muro chiamando uno dei partecipanti a caso ad esempio “Chiamo Luca!” allora tutti si mettono a correre allontanandosi il più possibile mentre “Luca” cerca di raggiungere la palla.

Appena la raggiunge Luca grida “Fermi tutti!”costringendo gli altri a diventare “statue”. A quel punto Luca può compiere tre passi verso un partecipante immobile e tentare di colpirlo. Se la “statua” viene colpita è eliminata ma se questa riesce a respingere la palla con le mani la palla può essere presa da un partecipante – statua più veloce degli altri.

Questo diventa il nuovo battitore e può continuare il gioco in questo modo. Se invece la “statua” presa di mira riesce a bloccare al volo la palla è il battitore ad essere eliminato e si riprende da chi ha afferrato la palla.
Vince chi rimane ultimo.